Accesso ai servizi

Giovedì, 14 Ottobre 2021

ORDINANZA DEL SINDACO N°2



ORDINANZA DEL SINDACO N°2


Ordinanza

 

  1. 2 Del 14/10/2021

 

 

OGGETTO:

DIVIETO DI ABBANDONO E/O INCUSTODIA DI ANIMALI DI QUALISIASI SPECIE, DI PASCOLO E DI CIRCOLAZIONE ABUSIVA DEGLI STESSI SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE E OBBLIGO A TUTTI I PROPRIETARI E/O POSSESSORI DI ANIMALI DI PROVVEDERE ALLA LORO ADEGUATA CUSTODIA AL FINE DI EVITARE DI INCORRERE NELLA CONDOTTA DI CUI ALL'ART. 672 DEL C.P.     

 

L’anno  2021 del mese di ottobre del giorno quattordici nel proprio ufficio,

 

IL SINDACO

 

PREMESSO che l’art. 672 del c.p., rubricato “Omessa custodia e mal governo di animali. 

RICHIAMATO altresì l’art. 727 del C.P. che interviene in modo puntuale su chiunque abbandoni o tenga incustoditi gli animali che abbiano acquisito abitudini della cattività e/o detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura e in condizioni tali da causare loro  gravi sofferenze, prevede l'arresto fino ad un anno o l'ammenda da 1.000 a 10.000 Euro.

CONSTATATO che sul territorio comunale e più precisamente in “Zona Cimitero” (tratto Via Genuri – SP42 con unito l’adiacente marciapiede”  “Zona PIP”, “Zona PEEP” “ Zona impianti sportivi” e “Zona camper”  si registra frequentemente la presenza di animali spesso liberi ed incustoditi e/o il transito di greggi le cui deiezioni oro/fecali sono fonte di importanti malattie parassitarie tra le quali la “Echinococcosi” “Criptosporidiosi” “Giardia Duodenalis” ed altre che incidono negativamente sotto l’aspetto igienico sanitario e in ordine al decoro urbano nonché fonte pericolo per la sicurezza stradale veicolare.

RILEVATO che è stata constatata anche la presenza di alcuni capi equini e bovini incustoditi, di cui si ignora l’identità dei/del proprietari/o, da un lato si rileva l’incertezza di un adeguato controllo sanitario dall’altro si registra che animali di grossa taglia tenuti incustoditi possono essere causa di ingenti incidenti stradali.

La situazione rappresentata, viene amplificata dalla mancanza di percorsi alternativi che obbliga gli allevatori a transitare spesso nelle strade urbane, con oggettivi riflessi negativi in ordine al igiene e decoro urbano.

Corre l’obbligo in capo all’amministrazione adottare adeguati provvedimenti atti ad eliminare e/o mitigare le criticità rappresentate al fine di soddisfare manifeste esigenze di salvaguardia igienico/sanitaria, decoro urbano, ordine pubblico e sicurezza della circolazione stradale.

VISTO l'art. 54 c. 2 del D.Lgs 18.08.2000 n. 267 che assegna al Sindaco la competenza all'adozione di provvedimenti contingibili ed urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini.

VISTA la legge 689/81 art 6.

VISTI gli articoli 7 bis, 50 e 54 del D. Lgs. 18/8/2000, n. 267.

 VISTI gli art. 42 e segg. del D.P.R. 08.02.1954, n. 320 “Regolamento di Polizia Locale Veterinaria”.

 VISTO il Decreto del Ministero dell’Interno 5 agosto 2008 “Incolumità pubblica e sicurezza urbana: definizione e ambiti di applicazione”.

 VISTA la Legge 15.07.2009 n. 94 “Disposizioni in materia di sicurezza pubblica”.

 VISTA la legge 24 novembre 1981, n. 689 e s m. i. “Modifiche al sistema penale”".

ORDINA

per le motivazioni indicate in premessa che di seguito si intendono integralmente riportate:

  1. Il DIVIETO DI ABBANDONO E/O DI INCUSTODIA DI ANIMALI DI QUALISIAI SPECIE, DI PASCOLO E DI CIRCOLAZIONE ABUSIVA DEGLI STESSI SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE.
  2. IL DIVIETO DI TRANSITO E DI PASCOLO DEGLI ANIMALI IN CORRISPONDENZA DEGLI SPAZI PUBBLICI “ZONA CIMITERO“ “ZONA PIP”, “ZONA PEEP” “ ZONA IMPIANTI SPORTIVI” E “ZONA CAMPER”
  3. Il DIVIETO DI TRANSITO DELLE GREGGI IN CORRISPONDENZA DEI MARCIAPIEDI.
  4. LADDOVE NON ESISTESSERO PERCORSI ALTERNATIVI IL PASSAGGIO DEL BESTIAME SARÀ TOLLERATO, CON L’OBBLIGO DELLA PULIZIA DELLA SEDE STRADALE EVENTUALMENTE IMBRATTATA DALLE DEIEZIONI
  5. È FATTO OBBLIGO A TUTTI I PROPRIETARI E/O POSSESSORI DI ANIMALI DI PROVVEDERE ALLA LORO ADEGUATA CUSTODIA AL FINE DI EVITARE DI INCORRERE NELLA CONDOTTA DI CUI ALL'ART. 672 DEL C.P.

DISPONE

Che le Forze di Polizia, trascorsi 40 (quaranta) giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza, effettuino il sequestro amministrativo, avvalendosi anche di soggetti competenti, dei capi rinvenuti vaganti nel territorio comunale e la conduzione immediata degli stessi in luogo idoneo.

Fermo restando l’applicazione della sanzione amministrativa e di carattere penale previste dalla normativa vigente, alle violazioni della presente Ordinanza si applicano sanzioni da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00 e quale misura ridotta il corrispettivo di € 260,00 per ogni singola violazione accertata.

AVVERTE

Gli animali sequestrati saranno opportunamente custoditi e accuditi da un operatore che dovrà garantire il benessere degli animali sequestrati.

Trascorsi i termini previsti dalla vigente normativa in materia, senza che se ne rilevi la proprietà, il bestiame sarà sottoposto a confisca, pertanto il Comune di Sini ne disporrà liberamente.

Il proprietario, qualora identificato, per ottenere il dissequestro degli animali, oltre al pagamento della sanzione amministrativa, è tenuto al risarcimento al Comune di Sini di ogni spesa sostenuta per ogni capo di bestiame catturato e custodito.

Dalle violazioni predette consegue l’altresì obbligo di rifondere le spese sostenute dall’amministrazione per la pulizia dei luoghi.

Fermo restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste dalle leggi e regolamenti in materia, l'inosservanza della presente ordinanza comporterà l’applicazione dell'art. 650 del C.P. e s.m.i.

Le Forze di Polizia ad ordinamento statale, regionale e locale sono incaricati dell’esecuzione della presente ordinanza.

La presente ordinanza entra in vigore dalla data di pubblicazione on line all’Albo Pretorio e sarà pubblicata sul sito Internet del Comune di Sini.

INFORMA

Avverso al presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR entro 60 giorni dalla sua pubblicazione all’Albo Pretorio, o al Capo dello Stato in via alternativa, entro 120 giorni dalla pubblicazione.

Ai sensi dell'art. 54, c. 4, del D. Lgs n. 267/2009 e s.m.i. il presente provvedimento viene comunicato alla Prefettura di Cagliari - Ufficio Territoriale di Governo.

DISPONE

Che alla presente ordinanza sia data adeguata pubblicità nelle forme e nei termini di legge ed esecuzione mediante trasmissione e consegna in copia alle seguenti Autorità e soggetti:

- Alla Prefettura Ufficio Territoriale del Governo – Oristano

- Alla Stazione Carabinieri - Gonnosnò

- Al Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale - Ales

- All’ATS Servizio Veterinario - Oristano

Ai possidenti bestiame e mandrie - Sini

- All’Ufficio Tecnico - Sede

- All’Albo Pretorio - Sede

- Agli organi di informazione - Loro sedi

 

 

IL SINDACO

  F.to :Biagino Atzori


Documenti allegati: